Al Varo Varo Alaggio nei Rimessaggi Costieri

Al Varo varo nei rimessaggi:

Perché un rimessaggio  dovrebbe utilizzare la semovente cingolata Al Varo come servizio rimessaggio barche?

Il Rimessaggio che utilizzerà la nostra semovente come supporto tecnico/logistico  per il varo e l’alaggio dei natanti, rivoluzionerà le procedure abituali, eliminando la necessità di gru fisse, tappeti da fondo in materiali della più svariata natura di conseguenza snellendo notevolmente le tempistiche ed ottimizzando le risorse umane a supporto del ciclo lavorativo creando, a seconda del luogo in cui è situato il rimessaggio, nuovi Porti a Secco o Porti Verdi nei modi di seguito descritti.

1)    Il Gestore del rimessaggio fornisce il servizio di varo ed alaggio delle imbarcazioni come ha sempre gestito fino ad adesso, ma con un solo operatore impiegato che fa funzionare autonomamente il ciclo. Con Al Varo il Gestore potrà scegliere se varare ed alare le imbarcazioni del suo rimessaggio da uno scivolo di alaggio del porto turistico dove si appoggia abitualmente, o da un tappeto di fondo, sempre comunque vincolato alle infrastrutture esistenti ( porti, scivoli convenzionali dove esistenti,ecc. ), oppure svincolarsi dalla schiavitù eliminando i balzelli e le gabelle imposte dai porti ospitanti. Oppure dislocare la propria attività in altri siti meno ambiti ( siti al momento non utilizzabili per questioni di supporto tecnico logistico) con costi di mantenimento attività di molto inferiori creando con poche migliaia di euro nuovi Porti Verdi.

Quindi:

-più spazio per ricoverare le imbarcazioni in zone non necessariamente prospicienti il mare a costi minori (Porto a Secco)

-meno personale impiegato  per il rito del varo ed alaggio.

-minor costi con possibilità di ampliare la ricettività del rimessaggio diminuendo la quota di abbonamento;

-meno probabilità di infortuni dovuti a sforzi eccessivi per la movimentazione a mano dei natanti.

2)    Secondo metodo rivoluzionario di nuova concezione del rimessaggio, è quello di lasciare Al Varo al cliente come supporto di trasporto/varo/alaggio autonomo. Il cliente è libero di usarlo come meglio crede, responsabile del proprio operato.

Si  noti che la semovente Al Varo è un dispositivo estremamente semplice nel suo utilizzo, e che trasporta il natante ad un’altezza da terra variabile a proprio piacimento. L’altezza di trasporto varia in base al terreno, ma comunque rimane sempre attorno a pochissimi centimetri, quindi, se adeguatamente istruito, il cliente non può fare nessun danno ne a se stesso ne al natante che trasporta, perché se la barca si muove non può fare altro che appoggiarsi a terra.

 

Ritornando alla nuova metodologia, il cliente non gli rimane che prenotare il varo e l’alaggio presso il proprio rimessaggio di fiducia con una telefonata che annuncia l’arrivo. Tutto il resto che ne conviene se lo dovrà gestire da se il cliente, che sarà incentivato a preferire il Vostro rimessaggio per questioni di  minori costi applicati, derivanti dal minor numero di personale dedicato a queste operazioni.

Praticamente il nuovo servizio che il rimessaggio fornirà al cliente sarà la sola custodia del natante e l’affitto di Al Varo.

Di conseguenza, per il rimessaggio che utilizza Al Varo come supporto tecnico dedicato, si vedrà migliorare le possibilità lavorative in:

-maggiore possibilità di ospitare natanti all’interno del rimessaggio, –  maggiore impiego di personale dedicato ai lavori necessari per la manutenzione e razionalizzazione di posti barca in altri siti di custodia,

– maggiore disponibilità di posti barca,

–  maggiori richieste custodia natanti

–  minori tariffe applicate che incentivano le richieste.